Hostpoint - Hilfe & Support > Aiuto e assistenza > Prodotti > E-Mail > Funzione e configurazione del filtro spam

Funzione e configurazione del filtro spam

Per fare in modo che il vostro programma di posta elettronica rimanga utilizzabile nonostante venga inondato di messaggi pubblicitari potete far analizzare la posta in entrata automaticamente dallo scanner spam, che individua le caratteristiche tipiche dei messaggi indesiderati di spam. A seconda del risultato e delle impostazioni dello scanner, alle e-mail di spam rilevate può essere riservato un trattamento speciale.

Come funziona lo scanner spam?

Per poter valutare le possibilità e i limiti dello scanner spam è opportuno scoprire con maggiore precisione come funziona. Lo scanner spam è una componente software. Questa caratteristica ci indica già il punto più importante da tenere a mente: la qualità di un software è sempre pari a quella dell’idea sulla quale è basato. Questo è particolarmente importante per operazioni complesse come l’interpretazione dei contenuti dei messaggi di posta elettronica. Le regole e la loro ponderazione sono impostate in modo tale che gli errori possano manifestarsi solo sotto forma di e-mail di spam non riconosciute ("false negatives"). Tuttavia in rari casi può succedere che delle e-mail "buone" (ham) vengano classificate per errore come spam ("false positives"). Durante la scansione le e-mail vengono analizzate secondo diverse regole. Per ogni test che genera un risultato positivo al messaggio viene assegnato un numero di punti che vengono accumulati. Se alla fine di tutti test il numero di punti supera una soglia critica ben precisa, il messaggio viene classificato come spam.

Tra i test spam si annoverano le seguenti domande:

  • l’oggetto delle e-mail è composto solo da lettere maiuscole?

  • l’e-mail è priva di testo e contiene solamente un’immagine in allegato?

  • il testo del messaggio contiene URL noti come spam?

  • alcune parti dell’intestazione dell’e-mail sono palesemente falsificate?

Se solo uno o due test sono positivi, solitamente il messaggio non raggiunge il numero di punti necessario per essere classificato come spam. Si evita così che un messaggio venga classificato come spam, ad esempio perché l’oggetto è stato scelto con poca attenzione e il testo è tutto in maiuscolo.

Configurazione dello scanner spam

Come scanner spam utilizziamo il progetto open source SpamAssassin, che offre varie possibilità di configurazione, alcune delle quali possono essere impostate direttamente dall’utente nel pannello di controllo.

Valore limite per i punti spam (required_score)

Potete impostare il limite al cui superamento il messaggio viene classificato come spam. Più il valore sarà basso, più lo scanner spam diventerà sensibile. In questo modo però aumenta anche il rischio che le e-mail "benigne" vengano classificate come spam. Se viceversa il valore limite viene aumentato, il rischio di "false positives" diminuisce, ma si riduce anche il tasso di riconoscimento delle vere e-mail di spam. Il valore standard per il limite corrisponde a un required_score di 4 punti spam.

Contrassegno dei messaggi nell’oggetto (rewrite_header subject)

Se un messaggio è stato classificato come spam, potete farlo contrassegnare nell’oggetto. In questo modo all’oggetto esistente verrà anteposta la sequenza di caratteri da voi indicata. Il contrassegno standard per l’oggetto è caratterizzato dall’aggiunta *****SPAM*****. Potete utilizzare anche le seguenti parole chiave:

viene sostituito dal numero di punti spam ottenuto

viene sostituito dal valore limite attualmente impostato

_HITS_  
_REQD_  

Classificare definitivamente come spam alcuni indirizzi di mittenti

Se ricevete spesso messaggi (pubblicitari) indesiderati da determinati indirizzi ma questi non vengono riconosciuti dallo scanner spam potete inserire il mittente in una vostra blacklist. Potete registrarvi indirizzi e-mail completi o utilizzare i caratteri jolly "*" e "?":

Tutte le e-mail del mittente "abuser@example.com" verranno classificate come spam.

Tutte le e-mail dei mittenti "@example.com" verranno classificate come spam.

Tutte le e-mail provenienti da indirizzi e-mail corrispondenti al modello "(lettera).(lettera)@example.com" verranno classificate come spam.

abuser@example.com  
*@example.com  
?.?@example.com  

Classificare definitivamente come non spam alcuni indirizzi di mittenti

Lo stesso sistema consente di inserire dei mittenti nella vostra whitelist. Le e-mail di questi indirizzi non verranno mai classificate come spam, indipendentemente dai risultati del test spam.

Fare in modo che le e-mail di spam vengano spostate nella casella spam

Una volta attivato lo scanner spam, potete attivare la "spambox" nel pannello di controllo: in questo modo le e-mail classificate come spam non verranno scaricate nella posta in arrivo ma in una sottocartella (la "casella spam"). Il contenuto della casella spam può essere controllato tramite Hostpoint Xchange o in alternativa è possibile accedervi direttamente tramite IMAP. Le e-mail nella casella spam vengono eliminate dopo un tempo di permanenza scelto da 1 a 7 giorni per fare spazio ai nuovi messaggi.

You must to post a comment.
Last modified
19:22, 21 Jun 2015

Tags

Classifications

This page has no classifications.